lunedì 29 ottobre 2012

Matite regalo

Le matite piene di colore decorate con personaggi e miniature sopra a me piacciono tantissimo! Così ecco le mie personali realizzare a mano, un idea unica, come sempre, da regalare e regalarsi...

Matita cup cakes

Dipinta di rosa chiaro, con sopra un cap cake realizzato a mano con intorno ciuffetti di crema, glassa e decorato con 3 stelline e praline, il tutto poggiato su un delizioso centrino a fiore.


Matisauro

Quest'altra invece ha sopra un dinosauro, sempre modellato a mano, rifinito nei particolari e sotto ha una fascetta che permette di personalizzare la matita, in quanto si può scrivere ciò si vuole, ad esempio il nome.


Vi sono piaciute? un idea regalo semplice e carina per tutti!

mercoledì 24 ottobre 2012

Modello & Creo . . . Decoupage (parte I)


Oggi si parla di 
Decoupage
Questa tecnica decorativa è davvero imponente, i supporti sui quali applicarla possono essere di origine diversa, per questo necessitano di preparazioni diversificate a seconda del materiale sul quale verrà elaborata tale tecnica.
Ma cos’è questa tecnica?
 E ritagliare molto minuziosamente immagini di carta, tovaglioli, carta di riso ecc e incollarli per bene sulla superficie da decorare per poi stendergli una mano di vernice protettiva.
 
Molti sono gli elementi utili ad impreziosire ed elaborare questa tecnica!

Da utilizzare come fondo ci sono:
gli acrilici
Il primer all’acqua per metallo e terracotta
Il gesso acrilico per cartone e legno, elimina piccole crepe e rende la superficie liscia e pronta da utilizzare.
I tura pori per isolare legno e superfici porose  come das, argilla, terracotta ...

i medium! e ce ne sono di utili, ad esempio:
  • Il legante, aggiunto al colore acrilico forma una pasta cremosa che permette di dargli più corpo.
  • Medium screpolante in versione monocomponente e bicomponente.
  • Medium per tessuto, trasforma gli acrilici in colore per tessuto ma può essere anche usato per isolare il decoupage con tovagliolo sulla stoffa.
  • Medium per candele isola invece la carta utilizzata per decorare la candela.
  • Medium effetto e usato per fissare col calore del forno i ritagli su terracotta e metallo, vetro
Fondamentale è incollare...e oltre alla vinilica c’è quella specifica per decoupage.
Tra il materiale occorrente ci sono:
Le patine, utili a scurire le screpolature create con il medium e ad invecchiare il prodotto.
Vernici di finitura, sono all’acqua, in gel, opache e lucide, servono a rendere il decoupage “intoccabile”, e se ne danno molte mani, finché non c’è più stacco fra la tra carta e l’oggetto su cui vi è incollato il decoro.
Decoupage 3D
Per avere un decoupage 3d si usa il silicone, o paste modellabili specifiche per il lavoro in 3D.
La tecnica e quella di incollare diversi ritagli identici del soggetto sui cui vogliamo intervenire dando il rilievo voluto. Tra un ritaglio e l’altro, in mezzo ci sarà il silicone o la pasta specifica che farà da volume.
Per utilizzare tutti queste tecniche e accorgimenti serve la materia principe, la carta.
In commercio ci sono una varietà infinite di immagini riportate su carta, tovaglioli e carta di riso e l’unico accorgimento e solo scegliere quella giusta al progetto si ha in mente.

Nel prossimo post di Modello & Creo, Decoupage parte II, con la tecnica di base e tutti i passaggi

domenica 21 ottobre 2012

Coccinelle porta foto.

Mi piacciono tantissimo queste coccinelle porta foto, forse tra le mie creazioni, sono quelle che più mi piacciono, perchè sono originali nella realizzazione e ricche di particolari.

Le coccinelle porta foto sono in rosa e celeste,  impreziosite da strass luminosi e rifinite nei particolari, con le antenne, le guancia rosa, e i riflessi cangianti.



Non resta che accompagnare queste bellissime coccinelle con del tulle porta confetti cordinato, o particolari dolcetti.

Buy On




sabato 20 ottobre 2012

Tartarughine bomboniera con scatolina porta confetti

Tartarughina Rosa

Piccola tartaruga rosa di circa 3 cm x 2 cm di larghezza e altezza. Rifinita nei particolari con 3 cuoricini sul dorso perlati.

Viene confezionata con la sua scatolina rosa con pois glitter viola e fiocco in raso con ornamenti floreali. La tartaruga poggiata sopra, la si può staccare facilmente.  


Anche in versione celeste che appena posso posterò.

mercoledì 17 ottobre 2012

Idea per riciclare i festoni di plastica

Come riciclare i festoni dei party! Tipo questo:
Festone party di Toy Story
Se rimangono questi addobbi o si buttano o rimangono in balia del degrato fino a quando si decide di gettarli. Ma possiamo anche riciclarli dandogli nuova vita del tutto diversa!

Da festoni a tovagliette 
per colazione, merenda o da far utilizzare per i lavoretti con il pongo e altro...

1 Tagliare ogni bandierina ed eliminare il cordoncino di plastica li unisce

2 Prendere quelle uguali e sul retro di una mettere il nastro carta come protezione per non far fuoriuscire la colla che metteremo dopo. La carta va messa in modo che poi possiamo far aderire anche l'altra bandierina identica.

 3 Adesso su tutto il bordo della bandierina con sotto il nastro carta si applica la colla, una colla forte resistente anche all'acqua. Infine si fa aderire l'altra stando attenti a seguire bene il bordo seguendo la linea della cucitura.


 Quando e asciutta la colla, il nastro carta va tolto.

Ed ecco la tovaglietta del ricilo pronta! Anzi le tovagliette con le altre bandierine. 
Tovaglietta Toy Story




 




sabato 13 ottobre 2012

Fantasmini di halloween

Da accompagnare alle halloween card o anche da soli, questi fantasmini si possono scegliere in due tipologie: Charm da appendere ovunque ed orecchino, perchè no? hihihi
Si illuminano anche al buio!


Orecchino o charm da appendere ovunque... ?
Io li preferisco da appendere ovunque perchè così al buio li vedo sopsesi nella loro luce fosforescente per tutta camera e li vedrò anche muoversi se c'è qualche spiffero di vento aaaaaaaah che paura!

 Eccoli al buio!

__________________

Se volete dare un occhiata alla mia nuova rubrica Modello & Creo (in cui ho parlato fino ad ora di Quilling e Carta pesta), o a tutte le altre categorie presenti nel sito, a sinistra c'è l'elenco di tutto ciò è trattato in questo blog.



venerdì 12 ottobre 2012

autunno?? nooo Halloween!!!!!!!!

Ottobre è sicuramente il mese dell' autunno ma solo per poco! perché più si va avanti con i giorni più si pensa ad Halloween!
E' la prima volta posto qualcosa per questa festa che forse non ci appartiene molto, ma se si parla di festa... si acquisiscono usi e costumi di tutti.

In merito al termine "festa" ho realizzato le card art anche per halloween, dico anche, perché ho realizzato molte card art che, se volete vedere, posterò presto, quindi magari potreste seguirmi:

Farlo è molto semplice! basta iscriversi alla newsletter, nel riquadro a sinistra "seguimi tramite mail" inserendo la vostra mail, e sarete aggiornati sulle notizie del mio blog... detto ciò continuo...

Queste card art possono essere utilizzate in vario modo, come invito a una delle mostruose feste, o come biglietto accanto a un sacchettino di dolciumi; un bel muffin di Halloween incartato e chiuso con un Halloween card art, ma se non è un dolce può essere anche un piccolo pensiero stile halloween come i fantasimi vi farò vedere domani di sicuro!

Halloween Card Art!

Card Halloween Night
Questa è la mia preferita, rispecchia l'atmosfera di halloween e il fantasmino si illumina al buio! tutte le card/invito si aprono e si richiudono tramite la fogliolina che ricorda quelle delle zucche.

Card zucca di halloween
Con la zucca di certo non poteva mancare, infatti ne ho fatte di vario tipo. All'interno delle card potete scrivere ciò volete a seconda di se si tratta di un invito, o di un dono.

Halloween card Fantasmi Paurosi
Anche questi fantasmi si illuminano al buio.

Halloween card zucca streghetta
e infine quella con il teschio

Halloween card teschio
Un teschio con gli occhi rosso sangue, davanti una vecchia porta!

Per la soluzione chiudi pacco / etichetta dono vengono fornite di foro

Vi sono piaciute? 

Se volete dare un occhiata alla mia nuova rubrica Modello & Creo, o a tutte le altre categorie presenti nel sito, a sinistra c'è l'elenco di tutto ciò è trattato in questo blog.



domenica 7 ottobre 2012

Modello & creo . . . La carta pesta

Ciotole, tazze, cofanetti, cornici, suppellettili vari, pavimenti, paraventi, decorazioni, soffitti, abitazioni, maschere, burattini, cavalli a dondolo, monumenti, sculture, scenografie teatrali, decorazioni religiose e architettoniche, mobili, bambole, casse di orologi, divisori nelle navi, tramezzi… cosa hanno in comune tutte queste cose?????? SONO TUTTE REALIZZATE CON LA CARTA PESTA !

Oggi per la mia rubrica modello e creo parlo infatti della carta pesta!
Prima di andare subito al pratico della tecnica e bene dire qualcosina sulla sua storia perchè fidatevi e molto interessante!
  Un pò si storia
 La carta pesta è popolare ai più per i famosi carri di carnevale, ma questa tecnica di lavorazione della carta che è anche quindi ottima per il riciclo creativo è molto antica, risale infatti al VI secolo dove i primi ad utlilizzarla furono i Greci; loro usavano unire la fibra di lino con lo stucco e il colore per creare maschere comiche e per i boschi sacri. Molto affascinante quella di appendere maschere sui rami degli alberi nei boschi sacri!!! ^^
La carta pesta è presente in tutte le epoche e culture; dalla Cina che ha inventato il composto per produrre la carta e l’idea di utilizzarlo per creare cofanetti e oggetti uitlili per la casa, all’inghilterra dove veniva utlizzata per la decorazione delle pareti passando per la Germania che la usava per realizzare i pavimenti fino in Norvegia e Austria che l’anno utlizzata  per costruire abitazioni. 
In Italia era usata nell’arte… ma essendo un metodo povero e in cui si usavano stracci e scarti non veniva considerata una tecnica artistica di pregio e quindi disdegnata, infatti non c’è molta storia degli artisti e dei maestri  della carta pesta se non un piccolo cenno del Vasari, nelle Vite, dove si scopre che nel nostro paese prende vita a Siena da jacopo della Quercia quando nel 400 il comune gli commissionò un monumento funebre per il capitano Giovanni D’azzo Ubaldini .
Insomma la carta pesta dal VI secolo a.c al settecento che è il periodo più rigoglioso per questa tecnica a preso sempre più piega fino al 900 … che dire??? Una tecnica davvero duttile e che in passato per molti è stata pruriginosa.  
Ovviamente il suo uso si ridusse sempre più con l’avanzare del novecento per le scoperte di nuovi materiali, quali la plastica e evoluzioni lavorative come, l’industria la produzione in serie di poi tutti quei materiali che venivano prodotti con la carta pesta. 

Come si realizza
Per realizzare la carta pesta ci sono 2 metodi e la materia prima, la carta, deve essere:
Carta di giornale, tovagliolini di ogni tipo, carta per imballaggi.


Primo metodo.
E quello rapido di uso comune, forse diventato famoso per art attak.
-strisce di carta (strappate a mano non con la forbice)
-colla vinilica diluita con acqua leggermente
-carta di giornale, adesivo carta

Per realizzare maschere, prendere la forma di stampi o oggetti contenitori
Si riveste di pellicola trasparente un oggetto di cui vogliamo prenderne la forma. (ad esempio se vogliamo realizzare una maschera, un contenitore, uno stampo...)
Bagnare le carte nel’acqua e ricoprire la forma senza usare la colla al primo passaggio.
Dal secondo invece si. Spennellare la colla e rivestire con il secondo strato di strisce di carta o imprimere le strisce direttamente nella colla avendo cura di togliere l’eccesso prima di applicarle sulla superficie.
Continuare così facendo almeno 3 strati. Più strati ci sono più e resistente e spessa.
E lasciare asciugare. 
Una volta asciutto togliere  dalla forma. La pellicola avrà fatto da schermo e la vostra forma  sarà pronta per essere decorata.

Per realizzare figure tridimensionali
Con lo stesso metodo possiamo rendere tridimensionali sagome di cartone, per far ciò basta prendere la sagoma ritagliata dal cartone ondulato,  bagnare la carta tipo asciugoni nella colla e acqua e iniziare a modellarla sulla sagoma dando la tridimensionalità voluta.
Se alla sagoma, vogliamo dare molto volume, a seconda anche del lavoro creativo vogliamo realizzare, utile è usare la carta di giornale o altre strutture di carta, da asciutte, che ci permettono di volumizzare la sagoma, che verranno poi rivestiti con la stessa tecnica di strisce carta e colla vinilica, inglobando il tutto.


Secondo metodo e procedimento (serio)
Le strisce di carta vanno tenute a mollo per 24 – 48 ore in una bacinella l’acqua deve superare la carta di un dito non di più.
Se avete modo di frullare l’impasto risulterà una poltiglia da scolare dall’ acqua in eccesso che si può già utilizzare, per  questo procedimento e meglio usare carta della stessa consistenza e colore.  A questo impasto si uniscono colla e gesso (più colla che gesso ed è pronta)
Comunque il passaggio completo sarebbe che, si fa bollire la carta con la sua acqua per 20 minuti dopo le 24-48 ore di riposo.
Poi si pressa e pesta per scolare l’acqua e si fanno delle palle da mettere ad asciugare, infine una volta asciutte si polverizzano.
In questo modo avrete la carta pesta pronta al uso, all’occorrenza basterà aggiungere all’impasto secco (polvere),  colla vinilica e gesso  in queste proporzioni:
3 parti di polvere
3 di colla
2 di gesso in polvere
E acqua quanto basta
Ovviamente sono dosi di base poi starà a voi aggiungere o togliere qualcosa, e crearvi le vostre dosi della carta pesta.

L’impasto deve risultare ben amalgamato e plastico come la pasta modellabile.

Se vicimentate o avete già provato uno dei due metodi fatemi sapere!! 

lunedì 1 ottobre 2012

Sacchettino porta confetti

Ecco un altra mia creazione per nascite e battesimi dal fiocco rosa... un semplice sacchettino porta confetti, ma con quei particolari che lo rendono unico!



il sacchetto è in cartoncino e decorata con glitter e decorazioni in rilievo in gomma crepla e tessuto (il fiocco)

Tutto di questo porta confetti è stato realizzato a mano!

Il sacchetto ha l'apertura alla base, richiudibile.

Misure sacchettino 7 x 8 h x 5 cm

Per un semplice ricordo nascita il sacchettino da solo con i confetti all'interno è un idea dolce e bella da poter donare a tutti, ma se si vuole proporla con un cadeau accanto in abbinamento si può pensare a un piccolo pony porta chiave con campanellino, sempre realizzato a mano.









LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...